Sono molti gli studi che hanno confermato da tempo che lo stare a contatto con la natura porta a benefici tangibili sul nostro corpo e la nostra mente.

I livelli di stress e di tossine sembrano abbassarsi notevolmente e in tempi molto rapidi, permettendoci un ritorno a ritmi più sereni, tutto ciò a beneficio del nostro sistema immunitario, contribuendo a diminuire la pressione arteriosa e anche gli stati depressivi.

Tutto sta nel sapersi allenare ad accordare i nostri ritmi a quelli della natura.

Riscoprire la bellezza  e i benefici di fare” cose molte semplici, quelle che abbiamo dimenticato o sostituito con una vita sempre più frenetica, tecnologica e troppo strutturata.

Monte Faito in autunno about Sorrento
La faggeta del Monte Faito

Cosa è il forest bathing?

Uno dei popoli più longevi nel mondo, i giapponesi da sempre coltivano queste sane abitudini tanto da farle diventare una vera e propria disciplina: il forest bathing.

Letteralmente “un bagno nella foresta” , noto come Shinrin-Yoku in Giappone.

In realtà nonostante il nome apparentemente complesso, sono pratiche molto semplici che mirano ad immergere i propri sensi nell’atmosfera della foresta, di un bosco, per ottenere relax ed effetti positivi per la salute e il benessere psicofisico.

Il forest bathing può coinvolgere tutti i nostri 5 sensi, passeggiare nei boschi, odorare la resina degli alberi, toccarne la corteccia, ascoltare i rumori lievi e docili come il calpestio delle foglie, il cinguettio degli uccelli, il fruscio del vento che accarezza i rami.

Una vera connessione sensoriale con la natura, che coinvolge in una attenzione sul “qui ed ora”, abbandonando i pensieri che ci angosciano quotidianamente, alleviando l’ansia, distraendoci da tutta la frenesia con cui siamo abituati a convivere.

Praticare forest bathing non solo porta ad una disintossicazione fisica e mentale ma aiuta anche ad accrescere il senso di inclusività con quanto ci circonda e a viverlo come fosse una parte di noi  a cui non possiamo rinunciare.

Il Forest Bathing in Penisola Sorrentina

In penisola sorrentina, con la sua natura, ci sono diversi luoghi dove poter esercitare forest bathing ed immergersi completamente in luoghi meravigliosi che ristorano la mente e il corpo.

Il Monte Faito

Primo fra tutti il Monte Faito, con un’altezza di circa 1400metri, appartiene ai monti Lattari del comune di Vico Equense.

È un posto ideale per chiunque voglia passeggiare respirando profumi di lecci e castagni, attraverso il fascino dei boschi senza al contempo rinunciare ad uno strepitoso affaccio sul mare.

Un binomio perfetto tra montagna e mare, una commistione di paesaggi che proprio per questo arricchisce il ristoro a chi vi passeggia, a chi fa trekking oppure meglio ancora, a chi sperimenta il forest bathing.  

Il suo nome lo si deve alle numerose faggete che acquistano dei colori spettacolari in autunno ma altrettanto belle d’estate, addirittura ci sono diversi faggi che hanno oltre quattrocento anni di vita e raggiungono una circonferenza di oltre sei metri.

Attraversare i boschi di Monte Faito è sicuramente una delle cose da non perdere quando si visita la penisola sorrentina, un’esperienza che è più di una semplice passeggiata nella natura, è un ristoro dell’anima che regala benessere e ringiovanisce mente e corpo.

La faggeta sul monte Faito
La faggeta sul monte Faito
La faggeta sul monte Faito
La faggeta sul monte Faito
La faggeta sul monte Faito
Precedente
Successivo

Per informazioni sui percorsi o su come vivere un’esperienza di immersione nella natura in Penisola Sorrentina potete contattarci in chat o al nostro indirizzo mail info@aboutsorrento.com